31 gennaio 2014

Felice che si torni a parlare di settimana corta per gli studenti della provincia

Per tutti gli anni in cui sono stato parte attiva della Consulta Provinciale Studentesca di Verona ho portato avanti l'idea del sabato a casa per gli studenti. Si avrebbe una soluzione del problema trasporti, maggior tempo libero per gli alunni, costi ridotti per le scuole che potranno risparmiare su riscaldamento ed elettricità. Ci avvicineremmo così al modello scolastico europeo indicato dall'Unione e fortemente invocato dalle rappresentanze studentesche. L'anno scorso avevo diffuso alla stampa anche un sondaggio in cui prevaleva nettamente la settimana corta. Se un giorno raggiungessimo questo risultato storico è da ricordare anche il lavoro portato avanti da me e dai miei colleghi rappresentanti.