16 giugno 2013

Progetto Sostenibile chiede, Calmasino risponde

L'ARENA

martedì 11 giugno 2013 – PROVINCIA – Pagina 34

CALMASINO. Nel vecchio test del Comune era stata chiesta l´eliminazione di qualsiasi mezzo

«In piazza vogliamo le auto»

Sorprende il risultato del nuovo questionario: i residenti non vogliono più eliminare i parcheggi

Il futuro di piazza Risorgimento - oggi solo parcheggio - a Calmasino? I residenti lo vedono tale da prevedere sia posti auto, eventualmente destinati a sosta breve e a pagamento, che uno spazio verde con percorso pedonale e panchine. 
È quanto emerge dal questionario fatto dall´associazione «Per un progetto sostenibile» e sottoposto alle famiglie della frazione di Bardolino. 
Un risultato quanto meno curioso perché contrasta con quello del questionario voluto dall´amministrazione comunale sempre sul futuro della piazza principale del borgo e da cui è emersa la volontà preminente di una riqualificazione che preveda l´eliminazione delle auto. «Ci sono state riconsegnate 84 schede», spiega Luca Erbifori portavoce dell´associazione promotrice. «Il loro spoglio è stato fatto alla presenza non solo di esponenti dell´associazione ma anche di rappresentanti dei residenti e dell´architetto Annalisa! Valetti, il tecnico che avevamo coinvolto nella serata pubblica di presentazione del nostro progetto. Abbiamo anche invitato l´amministrazione ma non si è presentato nessuno. Da parte nostra abbiamo ritenuto di dover fare un secondo questionario perché, a differenza di quello dell´amministrazione comunale, noi non ci siamo limitati a chiedere quale idea avessero le persone sulla piazza di Calamasino ma abbiamo chiesto loro di esprimersi anche su un più generale progetto di riqualificazione di questo centro che ha sicuramente bisogno di un intervento di ampio respiro». E proprio questa ipotesi, una valorizzazione complessiva dell´abitato, ha registrato 56 consensi rispetto ai 13 che hanno indicato l´intervento solo per piazza Risorgimento; la piazza rimane comunque il punto da cui partire rispetto alla possibilità di intervenire per primo su via Verona e le altre strade del centro. Così come è chiara l´indicazione di un futuro per quest&! acute;area che contempli la convivenza tra un´area verde! e la possibilità di consentire alle auto di fermarsi anche solo per tempi brevi per non penalizzare le attività commerciali che si affacciano sulla stessa piazza. In questo senso i residenti hanno manifestato un preciso desiderio-invito che i posti auto non vengano occupati dai residenti, per i quali si preferirebbe un´area sosta dedicata, e siano lasciati liberi per turisti e passanti. 
«Tra le note del questionario si evince una sorta di sensazione che Calmasino sia considerato dalla politica abbandonato al suo destino», commenta Pierangelo Zorzi, presidente di «Per un progetto sostenibile» e consigliere di opposizione della Lega Nord. «Da qui tanti che chiedono interventi mirati e utili a creare uno sviluppo in questo borgo quasi arroccato in una posizione dalla quale si gode una splendida vista del lago e del suo entroterra. Ci auguriamo dunque che gli interventi che verranno decisi tengano conto di quanto emerso dai questionari». G.B.

0 COMMENTI:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.