9 novembre 2012

Credo nella Scuola, nel futuro, nei giovani.


Credo nella scuola, nel futuro, nei giovani. Ho finito oggi il mio mandato da Presidente della Consulta Provinciale degli Studenti, un ruolo che mi ha dato la possibilità di crescere, formarmi e interessarmi dei problemi che ogni giorno toccano centinaia di studenti di tutta la provincia di Verona e non solo. Decine di migliaia sono stati i giovani che ho incontrato nella mia attività di rappresentanza, molte le autorità... ho fatto una cosa semplice, forse banale: ho raccolto i problemi degli studenti e li ho riportati alle autorità. Ho collegato due punti che dovrebbero appartenere alla stessa retta e così molti disagi sono stati risolti.
Inoltre dovete sapere che come organo istituzionale la Consulta amministra dei fondi provenienti direttamente dal Ministero della Pubblica Istruzione: l'anno scorso sono entrato in carica con un grande buco di bilancio, un deficit, oggi lascio al mio successore il compito di amministrare come meglio crede i circa diecimila euro che hanno portato in attivo i conti. Per non gravare ulteriormente su quei fondi ho rinunciato a molte cose che mi spettavano di diritto: i viaggi a Roma dal Ministro, il viaggio a Palermo per la legalità, diverse riunioni a Venezia (...): tutti soldi ricevuti dal ministero anche grazie alla dottoressa Tiberio, risparmiati e accantonati volontariamente per permettere a nuovi ambiziosi giovani di gestirli nella forma migliore.
Il lavoro però non si è limitato a questo. Con la Consulta abbiamo organizzato la giornata veronese della legalità con le più alte istituzioni che combattono la mafia, abbiamo chiesto sicurezza dopo il terremoto, abbiamo chiesto la riapertura dei Centri di Informazione e Consulenza nelle scuole della provincia, abbiamo collaborato alla creazione della Verona Giovani Card per offrire sconti agli studenti del territorio, abbiamo partecipato attivamente al Vagone della Memoria, alla giornata della Memoria e al giorno del Ricordo. Tutto a costo zero. Tre pagine di progetti non si possono riassumere in poche righe, tra poco saranno disponibili sul sito ministeriale dell'Ufficio Scolastico di Verona.
Ringrazio tutte le persone che hanno creduto in me, che si sono impegnate, che passo dopo passo, riunione dopo riunione hanno lavorato per garantire un futuro migliore alla nostra Scuola. Tra queste non posso non citare la dottoressa Tiberio, il Prefetto dottoressa Perla Stancari, dottor Lo Duca, dottor Pontara, dottoressa Guadagnini, dottor Buttitta, assessore Luciani, assessore Benetti, tutto lo staff del mio vecchio Ufficio di Presidenza e non per ultimi i fantastici membri della Consulta.
Il mondo dell'istruzione è troppo importante per essere abbandonato e per questo starò sempre al vostro fianco, starò con voi studenti, con voi genitori, con voi professori: uniamo le nostre forze e miglioriamo ciò che ci è consentito migliorare. Cambiamo le carte in tavola, rendiamoci protagonisti affinchè la nostra Scuola, in senso lato, non vada distrutta. Per un altro anno resterò Tutor della Consulta Studentesca ma è mia ferma intenzione creare un'associazione per promuovere le idee e mettere insieme menti di differenti realtà: giovani liceali, giovani di istituti tecnici professionali e universitari.

Siamo solo arrivati ad un traguardo, ora cambiamoci le scarpe e continuiamo a correre... insieme.
Luca Erbifori

0 COMMENTI:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.