25 gennaio 2011

"Se non faccio più parte della Lega non significa che mi sono spostato a sinistra"

Grazia a tutti voi che durante questi giorni mi state scrivendo via email, su facebook e per commento la vostra opinione in riguardo la mia uscita dalla Lega Nord. Da una statistica attendibile sembrerebbe che la notizia sia giunta nel giro di due giorni a 5000 persone. Molti sono coloro che l'hanno condivisa su facebook, twitter e per email ai loro amici. Specifico però una cosa che forse a non tutti è chiara: se non faccio più parte della Lega Nord per mia scelta non significa che mi sono spostato a sinistra! Sono sempre stato di centro-destra e le mie idee rimarranno tali.

2 COMMENTI:

Anonimo ha detto...

In qualsiasi schieramento tu di vada a collocare, sarà sempre meglio di quello da dove arrivi. alfio

Anonimo ha detto...

Una scelta, la tua, che denota maturità: mi complimento con te. I tuoi ideali di centro destra li condivido, ma prima di cedere ad altre sirene, ti invito a pensare - in nome della libertà - quanto possa essere libero un militante di Berlusconi... Il centro destra ha bisogno, per la vittoria delle sue idee, di leader onesti e democratici, non di piccoli dittatori che pensano solo ai propri interessi e che si tengono vicini solo mezze tacche che lo incensano, privi di qualunque spessore politico e culturale (tolti forse giusto Letta e Tremonti). Fini? Casini? Non ti so rispondere. Io sono un liberale come te, e in questo momento sono in posizione di attesa: voglio vedere che piega prende FLI, se Casini non si asserve alla chiesa cattolica... Sono dubbioso, incerto, ho più o meno la tua età (20 anni), degli ideali che vanno nella direzione del centrodestra, ma di Berlusconi non voglio nemmeno sentire parlare. Chissà.
Solo un piccolo contributo eh, nessuna verità assoluta. Ripeto, ti stimo per il tuo coraggio.
Riccardo

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.