17 gennaio 2016

Bandiera italiana ora sventola a Sociologia, scambio di tweet con il Presidente Rossi

-Comunicato stampa diffuso dalla Comunità Studentesca Atreju il 16 gennaio 2016-

Il 14 ottobre scorso Luca Erbifori, rappresentante degli studenti per la lista Atreju del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, aveva formalmente chiesto al Direttore l'esposizione del Tricolore e della bandiera europea in ottemperanza all'obbligo sancito dalla legge 5 febbraio 1998, n. 22 - Disposizioni generali sull'uso della bandiera della Repubblica italiana e di quella dell'Unione europea - e dal D.P.R. 7 aprile 2000, n. 121 - Regolamento recante disciplina dell’uso delle bandiere della Repubblica italiana e dell’Unione europea da parte delle amministrazioni dello Stato e degli enti pubblici.
Atreju ci tiene a ringraziare il Direttore del Dipartimento di Sociologia Mario Diani per aver accolto la nostra richiesta. "Il Direttore si è attivato immediatamente - afferma Erbifori - con un incarico al Presidio edilizio di Sociologia. La vecchia asta non era a norma e doveva essere rifatta con un materiale più leggero e più resistente. E' stato quindi necessario modificare anche il supporto in acciaio. Siamo fieri che il nostro Tricolore possa ora sventolare ricordandoci l'importanza di essere italiani. Siamo il primo dipartimento ad aver applicato la legge".
"L'iniziativa sarà presto rilanciata anche nella facoltà di giurisprudenza" aggiunge Francesco Barone, rappresentante Atreju in Consiglio degli Studenti e nella facoltà di giurisprudenza.








Scambio di Tweet con il Presidente della Regione Trentino Alto Adige Ugo Rossi.

15 novembre 2015

Un’aula per la studentessa di sociologia morta a Parigi

Alla c.a. del Consiglio di Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Trento

E’ notizia odierna che Valeria Solesin, ventottenne veneziana laureata in Sociologia nel nostro Ateneo, sia stata brutalmente assassinata venerdì sotto i colpi di kalashnikov nel Bataclan di Parigi.

Un attentato di queste proporzioni, un simile atto di guerra, non può lasciarci indifferenti.

Il nostro Dipartimento non può rimanere impassibile di fronte alle barbarie del mondo e non può abbassare lo sguardo soprattutto se tra le vittime c’è colei che è stata una nostra studentessa, una ragazza che si è formata a Trento per continuare poi in Francia come ricercatrice.

Tragedie come queste ci impongono di risvegliare le nostre coscienze. A nome della comunità studentesca Atreju propongo dunque di dedicare un’aula a questa innocente vittima del terrorismo mondiale. Oggi più che mai dobbiamo restare uniti, un modo per dimostrare la nostra solidarietà ritengo sia proprio concordare su questa proposta: faccio appello alla vostra responsabilità, alla serietà, alla moralità che so vi contraddistingue.

Luca Erbifori - Rappresentante degli studenti in Consiglio di Dipartimento

21 marzo 2015

Richiesta slittamento sessione di laurea di giugno

Al Direttore del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale prof. Giuseppe Sciortino
Alle componenti e ai componenti del Consiglio di Dipartimento
 
Visto il calendario dell’attuale anno accademico 2014-2015 del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale;

Visto che le proclamazioni di laurea programmate sono state le seguenti: 28 gennaio 2015, 18 marzo 2015, 24 giugno 2015, 23 settembre 2015;

Considerato che molti studenti lamentano la necessità di una proclamazione di laurea nel mese di luglio per consentire la conclusione degli esami mancanti attraverso un appello in più;

Propongo uno slittamento dell’attuale proclamazione di laurea del 24 giugno al mese di luglio e, in caso contrario, che questo accorgimento venga adottato per l’anno accademico venturo.

Nel ringraziarVi della Vostra sicura comprensione Vi porgo i miei più cordiali saluti.  
                                                                                                                           

                                                                                    Luca Erbifori                       
                                                  Rappresentante degli studenti in Consiglio di Dipartimento 

2 marzo 2015

Atreju, soddisfazione per l'introduzione del badge per accedere ai bagni di Lettere


La comunità studentesca Atreju ci tiene ad esprimere profonda soddisfazione per l'installazione del sistema-badge per accedere ai servizi igienici del Dipartimento di Lettere e Filosofia. 
“Vogliamo pubblicamente congratularci con il professore Fulvio Ferrari, Direttore del Dipartimento di Lettere e Filosofia, nonché con il Vicedirettore Prof. Gustavo Corni, che sappiamo essersene interessato personalmente, per la felice decisione di voler garantire non solo a parole ma con un’azione concreta, la sicurezza delle studentesse e degli studenti del nostro ateneo” hanno sottolineato i rappresentanti di Atreju Francesco Barone e Luca Erbifori.
Il nostro terzo punto del programma elettorale sottolineava senza mezzi termini, già lo scorso novembre, la necessità di questo provvedimento al fine di impedire l'utilizzo dei servizi ad accattoni e prostitute, con i palesi rischi sia dal punto di vista igienico, sia dal punto di vista più strettamente della sicurezza personale” hanno continuato i due rappresentanti- “non può, dunque, che farci piacere l’attuazione di questo rimedio, che è la dimostrazione lampante di quanto la dirigenza universitaria sia realmente vicina alla comunità studentesca ed ai suoi reali bisogni”.  
Da oggi ogni studentessa e studente che si recherà ai servizi igienici della facoltà di Lettere potrà sentirsi al sicuro, e ci sentiamo, quindi, di considerare questo provvedimento una grande vittoria per tutti Noi studenti.- concludono i rappresentanti- Questo accorgimento sia un faro da seguire e ci auguriamo che questo esempio divenga in breve tempo una realtà in tutte le sedi del nostro glorioso Ateneo”.

Ufficio Stampa Movimento Atreju Trento